Last Taxi Driver

Lee Durkee

304 pagine

Isbn 978-88-94833-54-6

Traduzione di Leonardo Taiuti

18€ 17€

Se ti è piaciuto…

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Jonas Jonasson
Biloxi di Mary Miller

18,00 17,00

«Un sogno febbrile, selvaggio, divertente e poetico, che cambierà il nostro modo di pensare all’America. Durkee è uno scrittore di assoluta originalità, saggezza e incredibile talento, uno che ha compreso una profonda verità sugli Stati Uniti, legata a quella particolare cupezza che è il risultato di un misto di carenze, materialismo e dipendenza. Con l’umorismo, l’onestà e l’arguzia della sua prosa, Durkee ci offre una scappatoia. Ho amato questo libro, mi ha fatto sentire un fremito, un’ispirazione, un cambiamento» – George Saunders

«Last Taxi Driver è imprevedibile, commovente e fa scoppiare dalle risate. Durkee scrive con grande onestà e sguardo profondo. Questo è un libro pieno di empatia, l’ho adorato: il migliore letto negli ultimi anni» – Chris Offutt

«Sarà anche il giorno peggiore nella vita di Lou Bishoff, ma Last Taxi Driver è una goduria. Un buddista del Mississippi che fa del suo meglio per essere un brav’uomo, Lou traghetta drogati e gente scappata dai centri di riabilitazione, accompagna ragazzotti troppo cresciuti dalle confraternite ai covi degli spacciatori, si chiede dove stia il confine tra l’essere un tassista e un complice» – Mary Miller