Articoli

Ray Hennessy

Mi piacevi di più prima di conoscerti così bene

di James Allen HallTempo di lettura ⏰ 16'
Questo pezzo è apparso originariamente su Bennington Review numero 2, autunno/inverno 2016   «Il tuo sorriso mi fa sciogliere» dice, dal suo lato del letto. Le finestre sono aperte, si affacciano su una sera afosa di maggio a New York.…
Photo by Tanja Heffner

Fuori per metà

di Mary Alice StewartTempo di lettura ⏰ 4'
Questo articolo è apparso originariamente su Hobart il 18 settembre 2018 Molto tempo dopo la morte che consacrò la sua fama, pagai Grace per tagliarmi i capelli. Grace ha poteri psichici, e quasi tutti a Gorham sanno che è vero. Quando la…
@Emily Fletke

Orangeville

di William SquirrellTempo di lettura ⏰ 10'
Questo articolo è apparso originariamente su Hobart il 16 ottobre 2018   Da quando si erano trasferiti a Orangeville, Trudy si era resa conto di non riuscire più a distinguere Kevin dagli altri uomini. O meglio, non riusciva a distinguerlo…

Brucia il letto

di Terese SvobodaTempo di lettura ⏰ 11'
Questo racconto è apparso originariamente su Bennington Review numero 5, estate 2018   Due bei meloni, almeno una quarta. 4/5/83. Giro con Fiona. 15/5/83. Un tu-sai-cosa di tutto rispetto. Giugno ’83. Primo luglio sveltina, c’era…

Rifacciamola, ma stavolta con trasporto

di Sabrina Orah Mark⏰ Tempo di lettura 14'
Questo racconto è apparso originariamente su Bennington Review numero 1, primavera/estate 2016 Louis CK, mio marito, ammucchia tutti i miei cavallucci marini al centro del nostro letto matrimoniale e si mette a urlare. Vedo il cavalluccio…

Miele crudo

di Daniel LeSaint⏰ Tempo di lettura 10'
Questo racconto è apparso originariamente su Hobart il 1 marzo 2018   Parlavamo di un sacco di cose quando eravamo fatti. E parlavamo di un sacco di cose anche quando eravamo sobri. Una volta Mary mi disse che voleva un figlio da me.…

Vieni, amore

di Miriam Cohen⏰ Tempo di lettura 7'
Questo racconto è apparso originariamente su Hobart, 20 settembre 2017 Era lì, alla finestra. Sentivo il tap-tap-tap. Le sue nocche come sassolini, manciate di ghiande che bombardavano il vetro. Divaricavo le dita dei piedi sotto le coperte.…

Il canto dei canti

di Melissa Febos⏰ Tempo di lettura 26'
  IN CUI SI PARLA DI: brividi, fremiti, orgasmi della pelle, esperienze musicali forti, Darwin, una residenza per artisti nel Midwest, privacy, Rachmaninov e Adele, la sigla di Mission: Impossible, teorie sull’origine del ritmo, maternese,…

Elementi di portfolio